RAZIONALE

Nell’attività del medico di medicina generale, particolare rilevanza riveste la stratificazione del rischio cardiovascolare (CV) globale della popolazione assistita. Un’attività strutturata e proattiva in tal senso può determinare un più efficace trattamento dei fattori di rischio CV, una più precoce individuazione di eventuali danni d’organo con conseguenti interventi mirati ed in ultima analisi una riduzione di incidenza di eventi fatali e non fatali.
È importante identificare, in questa attività, i soggetti a rischio CV elevato, verso i quali devono essere intrapresi percorsi di monitoraggio e di trattamento con l’obiettivo di ottenere un controllo massimale dei singoli fattori di rischio. La promozione di stili di vita sani si deve affiancare all’utilizzo di tutti i farmaci necessari al raggiungimento dei target terapeutici che nel lungo periodo consente un controllo longitudinale del rischio di eventi cardio e cerebrovascolari.
>Tra i diversi fattori di rischio modificabili, l’ipercolesterolemia è responsabile di una notevole predittività per eventi e deve essere adeguatamente trattata, avendo cura di raggiungere per ogni paziente il target desiderabile in relazione al suo livello di rischio CV e alla realistica valutazione del caso. Prendendo le indicazioni delle linee guida europee per la gestione delle dislipidemie i target di LDL colesterolo devono essere: ≤ 115 mg/dl in presenza di rischio lieve; ≤ 100 mg/dl in presenza di rischio moderato; ≤ 70 mg/ dl, o riduzione di almeno il 50% del valore iniziale di LDL in presenza di rischio elevato; ≤ 55 mg/dl, o riduzione di almeno il 50% del valore iniziale di LDL, in presenza rischio molto elevato; ≤ 40 mg/dl, o riduzione di almeno il 50% del valore iniziale di LDL, in presenza rischio molto molto elevato (secondo evento CV dopo meno di due anni da un primo evento.
Questo obiettivo è particolarmente difficile e impegnativo per cui una formazione sulle evidenze e sui percorsi può essere utile nell’ambito di una migliore gestione dell’attività professionale quotidiana.


Ultime modifiche: giovedì, 23 luglio 2020, 17:10